Bisaccia

Bisaccia

Al centro del vastissimo territorio comunale, assai interessante dal punto di vista naturalistico, ambientale e faunistico, Bisaccia vecchia si erge su uno sperone del Monte Calvario, che separa il bacino dell’Ofanto da quello del Carapelle. A seguito del terremoto del 1930, venne edificata Bisaccia Nuova, dove finisce la SS 303, a sud delle colline Serroni. La natura del suolo friabile, formato da sabbia ed argilla, su cui insiste il paese vecchio, con i suoi secolari cedimenti e spostamenti, ha creato fratture profonde e visibili, accentuando la separazione tra i due nuclei abitati, il vecchio, agonizzante in cui sopravvivono circa 300 nuclei familiari, ed il nuovo, che ne accoglie circa 1600. […]

Acerno

Acerno

Centro di montagna risalente, secondo la tradizione, ad epoca antica, la cui popolazione trae sostentamento dalle attività rurali, da alcune piccole e medie imprese industriali nonché dal promettente avvio del terziario. La comunità degli acernesi, il cui indice di vecchiaia è inferiore alla media, vive prevalentemente concentrata nel capoluogo comunale, che attraversa una fase di sensibile espansione edilizia. Il profilo geometrico del territorio comunale è vario e irregolare: elemento caratterizzante del paesaggio è la mole del monte Polveracchio, coperto da una rigogliosa vegetazione di boschi cedui e ad alto fusto, oltre che da ampi pascoli e zone incolte; nell’ameno pianoro su cui è adagiato l’abitato si sviluppano per lo più […]