Teatro Eidos

Teatro Eidos

In occasione del Giorno della Memoria, andrà in scena presso il Teatro De Simone, in prima assoluta, la nuova produzione della compagnia Teatro Eidos, “La musicista di Auschwitz”. Scritto e diretto da Virginio De Matteo e liberamente ispirato al libro autobiografico “La ragazza con la fisarmonica” di Esther Béjarano, lo spettacolo vedrà sul palco Domenico Soricelli e Raffaella Mirra, con Eduarda Iscaro alla fisarmonica e Vincenzo De Matteo alla chitarra. Tre matinée, il 25, 26 e 27 gennaio (alle ore 10) saranno dedicate alla visione da parte delle scuole e faranno parte della storica rassegna “AnGHIngò Scuola”, patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Benevento e curata dal Teatro Eidos. […]

Agerola

Agerola

Arroccata fra i monti, sospesa tra l’azzurro dei cielo e del mare, Agerola rappresenta per coloro che la visitano, il luogo ideale per trascorrere vacanza a contatto con la natura. Adagiata a circa 600 metri di quota all’interno di una verde conca, chiusa su tre lati da montagne alte 900 e i 1400 metri. Verso Sud, invece, la conca  stupendamente affacciata sulla Costa d’Amalfi e sull’intero golfo di Salerno. In questo paesaggio ancora incontaminato si susseguono rigogliosi coltivi, casali di montagna e, salendo, boschi di castagno che sulle cime massime cedono il posto alla faggeta. I ripidi versanti che scendono verso la costa meridionale sono tagliati da spettacolari gole che […]

Sessa Aurunca

Sessa Aurunca

Sessa Aurunca è un’importante e bella Città d’origine romana sita ai piedi del Vulcano Roccamonfina, di fronte al golfo di Gaeta, eretta lungo la Via Appia. Ancora oggi è il 3° comune più grande d’Italia per estensione: conta ben 30 frazioni e si estende dal Mare Tirreno (litorale Domizio) fino alle pendici del Vulcano Roccamonfina, confinando a nord con la regione Lazio. Colonia romana (ebbe il privilegio di battere propria moneta) ha trovato il suo massimo splendore sotto l’imperatore Augusto e nel medio evo sotto la famiglia dei Duchi di Marzano. Centro a vocazione religiosa – conta ancora oggi ben 21 chiese e 11 conventi (Carmelitani, S. Francesco, S.Agostino, S. […]

Lioni

Lioni

La leggenda di Ferentino. La teoria secondo  la quale nell’ alta valle dell’ Ofanto ci sarebbe stata una città sannita con questo nome, ripetutamente attaccata dai  romani e infine distrutta  durante la terza guerra sannitica, è un’invenzione dell’abate Santoli  (Rocca S. Felice, seconda metà del ‘700) e del canonico Della Vecchia (Nusco, prima metà dell’800). Il Ferentinum di cui parla Tito Livio era in realtà  Forentum, che si trovava nei pressi di Lavello. Secondo luogo comune: i lionesi sarebbero i discendenti  dei Liguri   arrivati nell’alto Ofanto nel 180 a. C. Anche questa è una favola messa in giro da Della Vecchia. In realtà da noi i Liguri non ci sono […]