Plumcake allo yogurt

Plumcake allo yogurt

Ingredienti per 8 persone 1 vasetto di yogurt – 1 vasetto d’olio di semi – 3 vasetti di farina – 3 vasetti di zucchero – 3 uova – 1 bustina di lievito – burro e farina per lo stampo – 1 scorza d’arancia grattugiata Amalgamare tutti gli ingredienti con una frusta per evitare che si formino grumi. Aromatizzare a piacere con scorza di arancia o di limone grattugiata. Infornare nello stampo da plumcake ben imburrato e infarinato per circa 50 minuti a 200° C. Il numero di vasetti di zucchero può essere diminuito a due, così per le uova, ma con 3 vasetti la torta è più buona.

Vitigno coda di volpe

Vitigno coda di volpe

Il vitigno Coda di Volpe è un’antica varietà campana a bacca bianca, della quale esistono precisi riferimenti storici fin dall’epoca dell’antica Roma. Già Plinio il Vecchio aveva fatto menzione nel suo “Naturalis Historia” ad un vitigno “Cauda Vulpium” adatto all’allevamento a pergola. Il suo nome deriva dalla forma caratteristica del grappolo che ricorda appunto la coda della volpe. E’ coltivato a Napoli ai piedi del Vesuvio, e nel Beneventano, sia nella zona del Sannio che del Taburno. Fino a qualche anno fa era considerato un vitigno minore e veniva utilizzato più che altro in uvaggio con altre varietà della zona. Vinificato in purezza e grazie all’impegno dei viticoltori Campani ha […]

San Cirillo di Gerusalemme (Vescovo e Dottore della Chiesa)

San Cirillo di Gerusalemme (Vescovo e Dottore della Chiesa)

Cirillo di Gerusalemme, ordinato presbitero intorno al 345, fu uomo particolarmente attento alla preparazione dei catecumeni aspiranti al sacramento del battesimo celebrato nella notte di Pasqua. È in questi anni di sacerdozio che compose l’opera che ancora oggi è giustamente nota: le Catechesi contengono discorsi che illustrano la dottrina cristiana (i primi 19 discorsi tenuti nella basilica del Santo Sepolcro edificata a Gerusalemme da Costantino sono indirizzati ai catecumeni) e ne spiegano i sacramenti (i discorsi 20-24 furono rivolti ai battezzati ammessi alla Chiesa Anastasis per comprendere il significato della prassi liturgica). Divenuto vescovo intorno all’anno 348, Cirillo fu severamente impegnato nella disputa cristologica seguita all’affermazione del simbolo niceno. Questo, […]