About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Tufo (Av)

Tufo (Av)

La frequentazione del territorio di Tufo risale ad epoche preistoriche, a cagione della natura tufacea della collina su cui sorge il paese e da cui ha derivato il nome. L’esistenza di insediamenti in loco risale sin dal IV secolo A.C., come confermato dal ritrovamento di tombe preromane (hirpine). Inoltre, nei pressi del paese, vennero rinvenuti anche reperti archeologici di età romana. Le origini dell’odierna Tufo vengono, però, ascritte ai Longobardi ed individuate lungo le rive del fiume Sabato, alle pendici del Monte Gloria, dove tra il IX ed il X secolo cominciò a svilupparsi il nucleo originario, impiegando l’abbondante materiale tufaceo, facilmente estraibile dal sottosuolo dell’area. Si trattò di un […]

Monteforte Cilento (Sa)

Monteforte Cilento (Sa)

Monteforte è posto a sud-ovest del monte Chianiello (1314 metri), in posizione dominante l’alta valle dell’Alento. Il suo nome deriva proprio dalla particolare posizione strategica, arroccata alle pendici del Chianiello, che gli è valsa il nome di Mons Fortis, ossia altura fortificata. Nel Medioevo il piccolo centro rappresentava uno degli avamposti della Baronia di Novi, alla cui testa fu il condottiero Guglielmo di Monteforte, che si distinse per le sue imprese leggendarie. Il paese subì un forte decremento demografico in seguito alla peste del 1340; fu, inoltre, sottoposto ad assedio e a un notevole decadimento economico durante la Guerra del Vespro. Il XVI secolo, invece, vide una nuova crescita della […]

La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli a Foglianise (Bn)

La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli a Foglianise (Bn)

La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli è un antico convento dei Padri Carmelitani che all’epoca della costruzione (XVI secolo) si trovava ai margini del centro abitato, ma oggi è inserita nel tessuto urbano. All’interno, si presenta con una pianta a croce latina; custodisce preziosi dipinti, quali la Dormitio Mariae (1630), l’Ascensione (XVI secolo) e I Misteri del Rosario (XVI secolo), e la statua di Sant’Antonio, commissionata nel 1911 come reazione per l’aggregazione del territorio del convento della Santissima Annunziata dal tenimento di Foglianise a quello di Vitulano. Intorno al 1600, nel fervore della rinnovata devozione in onore della Vergine Santissima, alla chiesa fu annesso un eremitorio, oggi sede del […]

Resti del castello e della cinta muraria a Gioi Cilento (Sa)

Resti del castello e della cinta muraria a Gioi Cilento (Sa)

A Gioi Cilento, estremo limite della catena difensiva, non rimane più nulla dell’opera fortificata. Rimangono comunque vistose tracce della cinta muraria del borgo, con torrette cilindriche sulla cortina difensiva che, sul lato nord del suo perimetro, includeva il castello» – «“Essendo Gioi (…), circondata da massicce ed inespugnabili mura, si entrava in paese da sette Porte. Fra settentrione e levante ne esisteva una detta “Portanova”. Era di forma architravata, ampia; e dai ruderi e dai diversi pezzi di considerevoli dimensioni, che ancora si conservano, è da credere che “Portanuova” sia stata maestosa, magnifica, ben lavorata e degna veramente, solo di un’Università agiata. Dalla base, su cui erano sdraiati due leoni […]