About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Castello Fieramosca a Mignano Montelungo (Ce)

Castello Fieramosca a Mignano Montelungo (Ce)

Le prime notizie del Castello di Mignano risalgono alla seconda metà del 1100. In quel tempo era signore di Mignano Malgerio Sorello, prima soldato e poi frate. Costui morì nel monastero di Santa Maria di Ferrara e lasciò ai frati “le possessioni col diritto di macinare, gli oliveti, la casa e parte della molitura delle olive dei montani del Castello di Mignano, con libera facoltà di frangere in essi le loro olive”. … Da fonti storiche si sa che il castello di Mignano fu tolto agli eredi di M. Sorello quando scese in Italia Federico II e dato in custodia ai fedeli del re. Nel 1229 passarono a Mignano le […]

San Roberto di La Chaise-Dieu

San Roberto di La Chaise-Dieu

Nelle favole, che sono quasi tutte di origine francese o tedesca, uno dei principali protagonisti è sempre il bosco, suggestivo e pauroso. Come nelle fiabe, San Roberto, nacque in mezzo ad una foresta, poco avanti il Mille. Non figlio di boscaioli, come si potrebbe credere, ma di una nobildonna della famiglia di Turlandia, colta dalle doglie del parto nel fitto di un bosco, mentre si recava ad un Castello vicino. Si disse subito che il neonato era destinato a diventare eremita celebre; e poiché ricusò di suggere il latte dal seno di due nutrici poco oneste, si disse anche che sarebbe stato uomo di grande virtù e di somma purezza. […]

Taralli di vino e zucchero (‘MBRIACHIELLI)

Taralli di vino e zucchero (‘MBRIACHIELLI)

Ingredienti: 1,5 kg Farina, olio d’oliva extravergine 1 bicchiere, zucchero quanto basta, 1 bicchiere di vino rosso, 1 bicchiere di farina per lavorare. Preparazione: Mettete la farina a fontana sulla spianatoia ed al centro versatevi l’olio ed il vino. Amalgamate bene il tutto fino a ottenere una pasta morbida ed elastica. Staccate, quindi, dei pezzi singoli di pasta e lavorateli tra le dita fino ad ottenere dei cordoni piuttosto lunghi e tagliateli a pezzi di circa 10 cm. Chiudeteli quindi a ciambella, stando ben attenti a chiuderli bene con il pollice. Disponeteli su una teglia precedentemente imburrata, spolverizzateli di zucchero e passateli nel forno già caldo.