About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Il borgo di Marzano Appio (Ce)

Il borgo di Marzano Appio (Ce)

La zona, anticamente chiamata Grottola forse per la presenza di numerose cavità ed antri di origine antropica e naturale, fu impiegata come rifugio durante la Seconda Guerra Mondiale. Le origini dell’abitato risalgono all’VIII secolo, quando Gisolfo II duca di Benevento donò al Monastero di S. Maria in Cingla presso Ailano le corti di Tora e Grottola. Il nome di Marzano compare invece per la prima volta nel 936 in una vertenza relativa al possesso di venti terre situate nel territorio di Teano, tra cui figurano anche Grottola e Marzano. Nel IX secolo, certamente a seguito delle scorrerie saracene, molti centri abitati si dotarono circondarono di mura e si dotarono di […]

San Rodrigo di Cordova

San Rodrigo di Cordova

Nei primi secoli della dominazione mussulmana della penisola iberica visse e morì martire San Rodrigo, accanto a molti altri cristiani intransigenti nella loro fede e troppo zelanti nel loro apostolato. L’avvento dei Mussulmani segnò infatti, in Spagna, una dolorosa divisione tra popolazione cristiana e popolazione maomettana; una divisione che spesso si insinuava fin nell’interno delle famiglie, dando luogo a situazioni incresciose, e talvolta addirittura grottesche. Nella famiglia di Rodrigo, per esempio, un fratello era acceso mussulmano; un altro, fervente cristiano. Rodrigo stesso, poi, era stato ordinato sacerdote cristiano. La convivenza, perciò, non era facile, e un giorno, in occasione di un alterco più violento del solito tra i due fratelli, […]

Ricetta del licco (polenta),San Giorgio La Molara (Bn)

Ricetta del licco (polenta),San Giorgio La Molara (Bn)

Ricetta del licco (polenta) Occorrente: 250 gr. di farina di mais (quarantina) 1 l di acqua sale q.b. Procedimento: Riempire una pentola capiente con l’acque e porla sul fuoco lento. Aggiungere il sale a piacere e la quarantina poco alla volta e girare dolcemente. La polenta va mescolata più volte durante la cottura che, per essere al punto giusto, impiega almeno due ore. Si gusta accompagnandola a vari altri piatti , soprattutto alla salsiccia, o semplicemente con olio e formaggio.