About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Scavi di Oplontis a Torre Annunziata (Na)

Scavi di Oplontis a Torre Annunziata (Na)

La città di Torre annunziata contiene al suo interno gli scavi di Oplontis. In realtà si tratterebbe più probabilmente di un’area periferica di Pompei, tipo una nostra contrada, piuttosto che una tessuto urbano vero e proprio. Questi scavi sono composti da due ville di cui visitabile, al momento, è solo quella di Poppea.scavi di oplontis – affresco La villa di Poppea Sabina, seconda moglie di Nerone, è inserita nell’elenco dell’UNESCO relativo al patrimonio dell’umanità ed in effetti si tratta di una monumentale residenza, molto ampia al punto da contenere addirittura un piccolo complesso termale e ricca di affreschi che creano giochi prospettici con finti elementi architettonici quali porte o colonne […]

Torre Annunziata (Na)

Torre Annunziata (Na)

Plinio il Giovane la definì “pagus suburbanus Pompei” poiché era un sobborgo di Pompei ed era chiamata dai romani Oplontis. Residenza estiva dei patrizi dell’epoca questa fiorente cittadina era scelta soprattutto per i suoi impianti termali. L’eruzione del Vesuvio del 79 d. C. spazzò via Stabia, Ercolano, Pompei e anche Oplontis, alcuni dei siti più fiorenti della Campania Felix. Come conseguenza del cataclisma questo centro fu ricoperto da fango, cenere e lapilli. L’eruzione ha però permesso, in particolare a partire del 1964, di ritrovare diverse testimonianze abitative di epoca romana. Tra le scoperte più importanti la Villa di Poppea, la Villa di Lucio Crasso Tertius e la Villa di Caio […]

Sant’ Albino di Angers

Sant’ Albino di Angers

Vescovo, santo vissuto tra il quinto e sesto secolo. Nato da una famiglia nobile, Albino diventò manaco in località Tincillac, situata probabilmente nella diocesi di Angers, dato che nel 529 fu eletto per designazione popolare vescovo della cità. Partecipò ai concili di Orlèans del 538 e del 541, che organizzò la Chiesa di Gallia. Lottò con forza malgrado le minacce di morte, contro i matrimoni incestuosi frequenti nelle grandi famiglie. Malato e già vecchio, mandò un suo delegato al concilio di Orléans del 549. Fu sepolto nel vecchio cimitero presso la chiesa di San Pietro. Dopo il 556 le sue relique furono solennemente esumate dinanzi al vescovo di Parigi San […]