About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

San Policarpo

San Policarpo

Poco si conosce della vita di S. Policarpo. Si sa che in gioventù si converti al Cristianesimo: ebbe la fortuna di essere istruito dagli Apostoli ed in special modo da S. Giovanni Evangelista che lo ordinò vescovo della Chiesa di Smirne verso l’anno 96, e fu primate di tutta l’Asia. Tanto fu l’affetto dei fedeli verso il loro pastore, che ognuno desiderava servirlo, ritenendosi fortunato al solo toccarlo. A lui sono rivolte quelle parole dell’Apocalisse: « Io so la tua tribolazione e la tua povertà, ma sei ricco di virtù ». Un simile elogio, fatto dallo stesso Spirito Santo, ci mostra quanto fosse grande la sua virtù_ Infatti il suo […]

La pasta e ceci alla napoletana

La pasta e ceci alla napoletana

Gli ingredienti 500 g di ceci secchi, meglio se locali 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, anche questo possibilmente locale 2 spicchi di aglio 2 foglie di alloro qualche pomodorino 400 g di tubetti rigati, o di qualunque altro tipo di pasta abbiate scelto 1/2 cucchiaino di bicarbonato per l’ammollo sale pepe peperoncino per chi lo gradisce Preparazione Questa ricetta deve essere organizzata in anticipo. I ceci secchi vanno messi in ammollo per almeno 12 ore, prima di essere cucinati. Quindi li immergiamo nell’acqua dove abbiamo fatto sciogliere il bicarbonato e li copriamo completamente. L’acqua andrebbe sostituita ogni 2-3 ore, allo scopo di rimuovere quello che è il sapore […]

Certosa di San Martino al Vomero,Napoli

Certosa di San Martino al Vomero,Napoli

La Certosa di San Martino sorge nello scenario incantato e sognante del belvedere di San Martino. E’ uno dei luoghi più amati dai napoletani che salgono quassù per abbracciare in un solo lo sguardo Napoli e l’intero golfo. Se cercate informazioni sul Museo della Certosa, visitate la pagina Museo di San Martino. Questa meravigliosa struttura venne costruita da Tino di Camaino e Attanasio Primario secondo i canoni architettonici dell’Ordine dei certosini. Dell’opera originaria restano solo gli splendidi e suggestivi sotterranei gotici poiché la Certosa, tra la fine del Cinquecento e gli inizi del Settecento, subì un cambiamento molto profondo. L’aspetto attuale della Certosa si deve al lavoro di tre architetti: […]

Il borgo di Antignano a Napoli

Il borgo di Antignano a Napoli

Il toponimo abbracciava, un tempo, tutto il territorio che va dalla Via Manzoni al monte Camaldoli,naturale proseguimento della collina che i Greci chiamarono “Pausillipon”che vuol dire “(…) tristezza e mestizia,…come diresti un luogo che mitiga et addolcisce ogni noiosa tristezza che al cor affligge…” (1). Gli Elleni, raccontano ancora gli storici, amavano quel sito incantevole per le sue coste e “(….)per le campagne odorose che digradano verso il mare…” (2).Essi poi, proseguendo il loro cammino, arrivarono quassù e dedicarono il punto più alto della zona ( da noi detto S.Elmo) a “Zeus”, il dio sommo ed inoltrandosi ancora, tra i campi fertili ed i boschi, raggiunsero la cima più alta […]