About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Sant’ Albino di Angers

Sant’ Albino di Angers

Vescovo, santo vissuto tra il quinto e sesto secolo. Nato da una famiglia nobile, Albino diventò manaco in località Tincillac, situata probabilmente nella diocesi di Angers, dato che nel 529 fu eletto per designazione popolare vescovo della cità. Partecipò ai concili di Orlèans del 538 e del 541, che organizzò la Chiesa di Gallia. Lottò con forza malgrado le minacce di morte, contro i matrimoni incestuosi frequenti nelle grandi famiglie. Malato e già vecchio, mandò un suo delegato al concilio di Orléans del 549. Fu sepolto nel vecchio cimitero presso la chiesa di San Pietro. Dopo il 556 le sue relique furono solennemente esumate dinanzi al vescovo di Parigi San […]

La zizzona di Battipaglia

La zizzona di Battipaglia

Fase 1: la preparazione del latte Dopo la raccolta, che avviene a partire dalle 3 del mattino presso gli allevamenti bufalini, il latte di bufala viene portato al Caseificio e viene scaricato nei tini di lavorazione (grosse vasche dalla forma circolare), dove viene aggiunto il siero innesto, cioè il siero di latte di bufala derivante dalla lavorazione del latte di bufala del giorno precedente. A questo punto il latte di bufala viene riscaldato fino ad una temperatura che varia tra i 35 e i 40 gradi, a seconda della stagione e del grado di umidità nell’aria. Fase 2: la cagliatura Quando il latte di bufala ha raggiunto la giusta temperatura, […]

Castelluccio,Battipaglia (Sa)

Castelluccio,Battipaglia (Sa)

LA STORIA Incerta la data di realizzazione, la Castelluccia fu ceduta alla Chiesa Arcivescovile di Salerno allinizio del XII secolo da una famiglia locale denominata Battipaglia. Nel XIII secolo il castello diventa teatro di sanguinose battaglie tra lesercito di Enrico IV di Svevia e quello di Federico II di Svevia. Dopo la morte di quest’ultimo, la Castelluccia viene concessa ai Frati dell’Ordine Teutonico con lautorizzazione di Papa Innocenzo III. Nel 1251 l’Arcivescovo di Salerno ottiene il riconoscimento dei tributi da parte degli abitanti dell’area connessa al castello di Battipaglia, in qualità di vassalli della Chiesa. Nel maggio dello stesso anno il giudice di Montecorvino, Matteo De Simone, prende possesso delle’dificio […]