About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Terme di Telese

Terme di Telese

La zona termale di Telese è collocata a nord dell’abitato della cittadina campana della provincia di Benevento, presso la località che porta infatti il significativo nome di “Contrada Bagni”. Posta ai piedi del Monte Pugliano, Telese sorge al centro della Valle Telesina, in una zona che comprende le Colline del Calore Irpino, così denominate perché interessante dallo scorrere dell’omonimo fiume. La cittadina occupa le estremità meridionali del comprensorio sannita e si trova quasi esattamente a metà strada far Caserta ed il capoluogo di Provincia, che distano entrambi poco meno di una trentina di chilometri. La nascita delle terme di Telese risale ad un avvenimento particolarmente inconsueto: le sorgenti termali comparvero […]

Telese Terme (Bn)

Telese Terme (Bn)

Il comune di Telese (oggi Telese Terme), adagiato nella valle del Calore a 30 km da Benevento, ha origini antichissime. La vita dell’uomo nella valle telesina è attestata da numerosi reperti archeologici, tra i quali una “mandorla chelliana” conservata nel Museo antropologico di Parigi; dei “raschiatoi” della tecnica Mousteriana; una bellissima testina di lancia detta di Telese; la capanna-ovile, rinvenuta in contrada Montepugliano; la “palafitta” scavata in agro a Castelvenere nel 1898, che ha posto seri problemi agli studiosi circa le origini etniche della popolazione. Proprio la scoperta di questa palafitta ha comunque consentito di stabilire che proto-pelasgi, venuti in seguito ad immigrazioni di liguri (che si trasferirono alcuni secoli […]

San Corrado Confalonieri

San Corrado Confalonieri

Egli era un nobile del Trecento, sposo felice di una gentildonna sua pari, e aveva un debole per la caccia. Un giorno, lungo la riva del Po giallastro, un ghiotto capo di selvaggina, ch’egli inseguiva a cavallo, circondato dai cani e dai bracconieri, cercò scampo dentro una macchia impenetrabile. Dominato dall’impazienza e dal dispetto, l’appassionato cacciatore impartì un ordine imprudente: quello di dar fuoco alla macchia per stanare l’animale. Era estate, e nella pianura riarsa dal sole, gli uomini di Corrado non furono in grado di controllare le fiamme da loro stessi suscitate. Si sviluppò un incendio che, con l’aiuto del vento, distrusse le messi e le cascine vicine. Corrado […]