About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Sartu’ di riso

Sartu’ di riso

ingredienti per 6/8 persone: -700 g di riso (semifino per risotti) -pangrattato q.b. per il ripieno: -350 g di mozzarella -3 uova sode -250 piselli freschi sgranati -200 g di parmigiano grattugiato Per le polpettine: -300 g di carne macinata -150 g di pane raffermo -1 uovo -parmigiano grattugiato -prezzemolo tritato q.b. -1 spicchio di aglio tritato per il ragù: -400 g di concentrato di pomodoro -1 l. di passata di pomodoro -300 g di cipolle -1 kg di puntine di maiale -350 g di salsicce -1 dl di olio di oliva -100 g di margarina -1,5 dl di vino rosso • Preparare innanzitutto il ragú seguendo questa ricetta cliccando […]

I Decumani di Napoli

I Decumani di Napoli

Sebbene il termine caratterizzi un sistema di urbanizzazione di epoca romana, i decumani sono tre strade di Napoli la cui origine risale al VI secolo a.C., durante l’epoca greca. Vie antichissime, si trovano nel centro antico della città, oggi dichiarato patrimonio Unesco. La peculiarità dei decumani è quella di attraversare la città da est ad ovest e di essere paralleli tra loro e alla costa. La pianta “a scacchiera” si presentava come un metodo razionale di divisione e percorribilità cittadina. La strutturazione, derivante dagli schemi di Ippodamo da Mileto, è un sistema stradale ortogonale in cui tre grandi strade, larghe circa sei metri e parallele l’una all’altra, attraversavano l’antico centro […]

Chiesa di San Gennaro a Capodimonte,Napoli

Chiesa di San Gennaro a Capodimonte,Napoli

Opera dell’architetto scenografo Sanfelice, fu eretta per volere di Carlo III di Borbone nel 1745, particolarmente devoto al santo napoletano, come conferma una vecchia iscrizione di marmo che campeggia sulla semplice facciata d’ingresso, ripartita da alte paraste doriche. Sovrasta la chiesa un piccolo campanile, i cui archi ad ogiva sono frutto di un successivo rimaneggiamento. L’interno della chiesa, che ha conservato nel complesso l’impianto originario, si sviluppa su di un invaso ovale; le decorazioni risultano alquanto sobrie essendo stata destinata a parrocchia (1776) della “gente campereccia e dedita a lavori mercenari”, che abitava nel Bosco.   Chi ha avuto la fortuna di vivere nel bosco di Capodimonte, ai tempi in […]