About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

L’eremo di Santa Maria della Valle a Chiusano di San Domenico (Av)

L’eremo di Santa Maria della Valle a Chiusano di San Domenico (Av)

L’eremo di Santa Maria della Valle è sicuramente una delle testimonianze più antiche ed importanti del monachesimo “giglielmino” in Irpinia. Esso infatti fu probabilmente eretta dai frati discepoli di San Guglielmo intorno al 1126. Molti riconduco questa chiesa a S. Maria del Castello ricordata nella storia di Montevergine per i pregevoli affreschi attribuiti alla scuola di Cassino. Dal 1228 fino al 1533 fu sotto la potestà dei monaci di Montevergine, di seguito fu trasformato in cimitero, da qui il nome Cimitero vecchio come è conosciuto dai chiusanesi. Attualmente la Chiesa è in ristrutturazione, al suo interno ancora permane un affresco di notevole interesse artistico raffigurante la Madonna delle Grazie.

Cerreto Sannita (Bn)

Cerreto Sannita (Bn)

Cerreto Sannita, La Città della Ceramica. Ricostruita in solo otto anni dal terremoto del 1688 essa viene definita come la città pensata e non costruita spontaneamente, poiché mentre altrove si costruiva un po’ alla volta a Cerreto uomini lungimiranti, come il conte Carafa e il Vescovo De Bellis decisero che bisognava imboccare una strada nuova, quindi fu chiamato un architetto il quale progettò la nascita di Cerreto ed era la prima volta nell’Italia centro-meridionale. Innovativo e rivoluzionario fu l’impianto urbanistico, contraddittoria fu invece l’architettura che richiamava le concezioni formali del tardo Medioevo o Rinascimento. L’incontro di scuole di diverso pensiero produsse anche la nascita delle splendide ceramiche Cerretesi che riproponevano […]

Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere (Ce)

Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere (Ce)

Secondo come dimensioni solo all’anfiteatro Flavio, l’anfiteatro fu edificato dai veterani della colonia Iulia Felix Augusta intorno al 30 A.C., e successivamente, venne ristrutturato da Adriano ed Antonino Pio. La sua forma è ellittica e le misure sono di circa 170m x 139 e l’altezza raggiunge i 46 m. Costruito con il travertino proveniente dal monte Tifata, sorge su un grande terreno pianeggiante e conta quattro porte di entrata, due sull’asse maggiore e due su quello minore. L’edificio è formato da tre arcate sormontate da un quarto piano costituito da una parete. L’arcata del primo piano dà l’accesso ad un doppio portico che gira intorno per tutta la lunghezza della […]

Castello di Lettere (Na)

Castello di Lettere (Na)

Posto sull’alta vetta di un colle, che domina la Valle del Sarno, la pianura stabiese e pompeiana, difeso in modo naturale dai monti che lo circondano, il castello di Lettere fu edificato nel X secolo quando gli Amalfitani che avevano conquistato quei territori, necessitavano di strutture difensive. La rocca, edificata a 340 mt. s.l.m. in posizione dominante sui Monti Lattari era parte di un villaggio fortificato che si componeva di una massiccia cinta muraria posta a protezione della chiesa, dove nel 984 d.C., Lettere divenne una sicura sede vescovile: infatti il castello ospita il suo primo vescovo Stefano segnando cosi la preminenza del castello di Lettere nei confronti degli altri […]