About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

San Paolo della Croce

San Paolo della Croce

Nacque ad Ovada in Piemonte, da nobile famiglia oriunda di Castellazzo, presso Alessandria. Quando nacque, la camera si illuminò di vivissima luce, e ancora fanciullo fu dall’augusta Regina del cielo salvato da certo naufragio, segni questi che palesano chiaramente i divini disegni di Dio sul nostro Santo. Coll’uso di ragione incominciò a divampare il suo amore per Gesù e, contemplando i dolori e le sofferenze del Maestro, incominciò il duro esercizio della penitenza. Infiammato dal desiderio del martirio, già s’era arruolato nella flotta veneziana, pronta per abbattere la mezzaluna che minacciava l’Europa cristiana; ma poi, avendo compreso che ben altra era la volontà divina, lasciò la milizia terrena e formò […]

Cime di rapa con polenta

Cime di rapa con polenta

Ingredienti per 4 persone 1,5 kg di cime di rapa napoletane 600 g di fagioli cannellini 2 spicchi di aglio olio extravergine un pizzico di peperoncino sale q.b. Ingredienti per la pizza rossa 1 scatola di polenta Procedimento Per preparare la pizza rossa con le cime di rapa napoletane, bisogna prima preparare la polenta seguendo la nostra ricetta, poi quando è pronta, prendere una teglia, oliatela e sistematevi la polenta. Fate un buco al centro con il dito e infornate la pizza nel forno preriscaldato a 200° per circa 1 ora e mezza, fino a quando la crosta non sarà diventata croccante. Nel frattempo, prendete una pentola e mettete a […]

La notte dei falò a Nusco

La notte dei falò a Nusco

Qualcuno la collega al patrono Sant’Antonio Abate protettore degli animali e della comunità contadina di Nusco, piccolo borgo in provincia di Avellino. Altri invece ne danno un’interpretazione profana legata alla tradizione medievale del fuoco purificatore di anime, coscienze e corpi. Una delle leggende lega i falò di Nusco alla peste scoppiata nel 1656 in Irpinia ed in tutto il Mezzogiorno e che solo nel piccolo comune avellinese produsse 1200 vittime. L’accensione dei falò, in quell’occasione servi primariamente per debellare l’epidemia ed evitare il propagarsi dell’infezione ma anche per chiedere, in extremis, l’aiuto sacro di Sant’Antonio Abate….resta il mistero. Sta di fatto che la notte del 17 gennaio è una notte […]

Chiesa di Sant’ Amato-Nusco

Chiesa di Sant’ Amato-Nusco

La concattedrale di Nusco è una chiesa di antiche origini con una architettura prevalentemente tardobarocca. La chiesa è stato fondata nel 1093 da Sant’Amato, primo vescovo di Nusco, secondo una tipica architettura di stampo romanico, di cui non sussistono particolari elementi, tranne alcune tracce nella cripta, sottostante il transetto e con ingresso dalla navata laterale destra, dove sono visibili alcuni elementi di spoglio della probabile chiesa preesistente (forse, secondo alcune tesi storiografiche, la struttura primitiva del complesso di Santo Stefano o addirittura un impianto aggiunto) e uno straordinario ciclo di affreschi (posto sotto l’attuale coro), raffigurante La Natività e risalente al periodo precedente alla predicazione di San Francesco. L’attuale cattedrale […]