About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Esaltazione della Santa Croce

Esaltazione della Santa Croce

La festa dell’Esaltazione della S. Croce si celebrava in memoria delle parole profetiche del Divin Maestro: « Quando sarò innalzato da terra, trarrò tutto a me » e « quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo allora conoscerete chi sono io ». Questa festa, secondo molti autori, era già fissata il 14 settembre e celebrata con gran solennità, prima ancora che l’imperatore Eraclio riportasse il Santo Legno nel luogo da dove Cosroe, quattordici anni prima, lo aveva asportato. Cosroe II, re dei Persiani, nel 614, approfittando della dissoluzione dell’impero, mosse guerra ai Romani, col futile pretesto di vendicare l’imperatore Maurizio ed i suoi figli, che Foca aveva barbaramente trucidati. La condotta […]

San Giovanni Crisostomo

San Giovanni Crisostomo

Giovanni soprannominato Crisostomo, o bocca d’oro, per la sua meravigliosa eloquenza, nacque in Antiochia. In giovanissima età fu privato del padre. Gli rimase la santa genitrice che ad altro non pensò se non ad adempiere fedelmente tutti gli obblighi di una madre cristiana verso i suoi figliuoli. Il Crisostomo studiò retorica e filosofia sotto la scorta dei migliori maestri del suo tempo e fece progressi tali che lo stesso suo insegnante ne rimase meravigliato, e, interrogato una volta dai suoi amici quale dei suoi discepoli avrebbe preferito gli succedesse nella cattedra : — Io nominerei, rispose, a mio successore Giovanni; se i Cristiani non ce l’avessero già involato. Il vescovo […]

La tomba di Agrippina a Bacoli

La tomba di Agrippina a Bacoli

A Bacoli sorge la tomba di Agrippina, madre dell’imperatore Nerone, o almeno questo è ciò che la leggenda ci dice. Le rovine della costruzione imperiale accoglierebbero, infatti, i resti di un matricidio: Nerone fece uccidere la madre nel 59 d.C. Questo monumento è, in realtà, un teatro-ninfeo che faceva parte di un’enorme villa marittima, in passato distrutta, di cui rappresenta l’unica traccia oggi visibile. Era nata come odeion, ovvero un teatro coperto per musica e spettacoli di mimi, in età probabilmente augustea, poi trasformato in ninfeo ad esedra (un incavo semicircolare, sovrastato da una semi-cupola).   Il complesso è composto da tre emicicli, ovvero tre strutture sovrapposte di forma semicircolare: […]