About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

San Paolino di Nola

San Paolino di Nola

Di nobile famiglia romana, che aveva da sempre sfornato alla repubblica e all’impero valenti senatori, si chiamava Meropio Ponzio Anicio Paolino, ed era nato a Bordeaux verso il 353. Favorito dal nome illustre, Paolino percorse senza intoppi la carriera amministrativa fino a diventare governatore della Campania. Nei suoi numerosi viaggi ebbe la fortuna di incontrare delle personalità più in vista del cristianesimo, come il vescovo di Milano Ambrogio e Agostino di Ippona, fresco di conversione. Fu soprattutto la straordinaria vicenda spirituale di quest’ultimo a fargli imboccare la via del cristianesimo. Nel 390 riceveva il battesimo nella città natale e durante una permanenza in Spagna conobbe un’avvenente e pia giovane,Therasia, che […]

Timballo di tagliolini al ragù con melanzane

Timballo di tagliolini al ragù con melanzane

Ingredienti per 4 persone Per il ragù 500 gr. macinato di pancetta di vitello marchigiano 100 gr. di mirepoix (battuto) di sedano carote e cipolle. olio evo q.b. Vino rosso Aglianico un bicchiere 1 lt di passato di pomodoro San Marzano Sale q.b. Far soffriggere il mirepoix (battuto di sedano carote e cipolle) in olio evo, aggiungere il macinato far rosolare bagnare con un bicchiere di vino rosso Aglianico far sfumare il vino e aggiungere 1lt di passato di pomodoro san Marzano aggiustare di sale e far cuocere su un Fry top per 3 ore. Per le melanzane Melanzane 3 Farina q.b. Olio evo Burro q.b. Pan grattato q.b. Con […]

Il castello di Limatola

Il castello di Limatola

Il Castello di Limatola si trova sulla collina piu’alta del centro storico del paese. Fu eretto dai normanni sui resti di una torre longobarda. Già nell’842 d.C. il conte longobardo Landolfo di Caserta vi riportò una vittoria contro il popolo beneventano. Nel 1266, Carlo I d’Angiò, dopo la conquista del Regno di Napoli, donò Limatola a Tommaso Sanseverino. Ma nel 1269, Carlo I d’Angiò, sospettando che la famiglia Sanseverino lo tradisse a favore di Manfredi e Corradino, ne esiliò i membri e dopo pochi anni la concesse a Guglielmo Belmonte Grande Ammiraglio del Regno Nel XIV secolo fu propietà prima dei Cantelmo e poi dei D’Artus.Il secolo successivo fu feudo […]