About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Chiese a Furore

Chiese a Furore

Tra i siti di maggior interesse storico, architettonico e naturalistico, segnaliamo: – la Chiesa di San Giacomo Apostolo (o Santo Jaco), risalente all’XI secolo e realizzata su una preesistente cappella rupestre. All’esterno è affiancata da un bel campanile a più piani sormontato da una cuspide maiolicata. Durante gli ultimi lavori di restauro, negli ambienti sottostanti la navata laterale destra, sono stati riportati alla luce un ciclo di affreschi di scuola giottesca che riproducono scene di vita di Santa Margherita. – la Chiesa di San Michele Arcangelo, in stile baroccheggiante, anche se molto elementare, è a tre navate con archi acuti retti da colonne senza base e con semplici capitelli; – […]

Furore

Furore

«Un giardino pensile abbarbicato alla montagna e proteso sul blu del mare e del cielo»: così è stato definito Furore, l’altra faccia della costiera amalfitana. Luogo caro agli dei, teatro della storia d’amore tra Roberto Rossellini e Anna Magnani, custodisce come sacre le sue viti coltivate sui fianchi scoscesi della collina, da cui deriva un bianco premiato come il migliore d’Italia. Era la metà degli anni Trenta quando, alla presenza delle autorità fasciste, fu inaugurata la strada statale 366 di Agerola, un percorso di curve e tornanti che si innesta sulla famosa strada 163 della costiera amalfitana e collega Amalfi con Castellamare di Stabia. Dalla 366 si ammirano due nostri […]

Festival della Cultura ‘Giovani nell’Arte’ – BENEVENTO

Festival della Cultura ‘Giovani nell’Arte’ – BENEVENTO

Nella Rocca dei Rettori fino al 27 maggio, l’Istituto “Virgilio” di Benevento presenterà un evento che vuole consentire agli allievi dei diversi indirizzi di esprimere la propria creatività artistica. Tra le forme espressive scelte dagli studenti rientrano la grafica, la pittura, la scultura, l’installazione, la fotografia, il video, la performance, la rappresentazione teatrale, la danza, che vengono interpretati secondo un gusto e una sensibilità corrispondenti ai nostri tempi. Gli allievi faranno da guida nei locali della Rocca, illustreranno i lavori presenti e realizzeranno in estemporanea bozzetti ed acquerelli nei giardini della Rocca.

San Beda detto il Venerabile

San Beda detto il Venerabile

Beda significa uomo che prega. Nacque l’anno 672 sui confini della Scozia. A sette anni i genitori lo affidarono a S. Benedetto Biscopio, il quale ammirando le belle disposizioni del fanciullo, lo predilesse e lo formò nella pietà e nella scienza. A 12 anni fu vestito dell’abito benedettino. Nel 691 fu ordinato diacono ed alcuni anni dopo sacerdote. La vita di questo grande fu tutta nascosta: la spese nell’osservanza monastica, nella preghiera, negli studi sacri, nell’insegnamento e nello scrivere libri. Dalla sua scuola uscirono uomini grandi, e dalla sua penna una cinquantina di opere in cui tratta di quasi tutto lo scibile umano sacro e profano. Interpreta in modo ammirabile […]