About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Le origini della Chiesa di Santa Chiara

Le origini della Chiesa di Santa Chiara

La chiesa e il monastero di Santa Chiara sono simboli di Napoli come pochi altri. E non solo per la monumentalità del complesso che domina il fitto abitato del centro antico e per il richiamo dei tesori d’arte che conserva, ma perché, segnato nei secoli dagli accidenti della storia e dagli orientamenti del gusto, ha assecondato i cambiamenti della città, che ne ha inventato un’identità ogni volta nuova, e sempre attuale. Quando nel Trecento fu fondato da Roberto d’Angiò e Sancia di Maiorca, il monastero francescano aveva l’ambizione di essere il più importante dell’intero Mezzogiorno per grandezza e numero di religiosi. E tale sarebbe stato, raggiungendo nel Settecento il suo […]

‘A carna a sotta e e’ maccarun acopp’: le colorite espressioni usate dai napoletani

‘A carna a sotta e e’ maccarun acopp’: le colorite espressioni usate dai napoletani

È gghiuta ‘a carna a sotta e e’ maccarun acopp’ (oppure ‘ o caso a sotto e e’maccarun acopp’) è un detto molto di voga; l’immagine figurata è che la situazione si è ribaltata, come accade quando si mischia il piatto di pasta e la carne (o il formaggio) che era sulla pasta va a finire sotto. Situazione ribaltata pure per Gioacchino Murat che fu condannato a causa di una legge da lui stesso emanata: Gioacchino mettete ‘a legge e Gioacchino murette ‘mpiso (anche se Gioacchino Murat morì fucilato dal plotone di esecuzione borbonico a Pizzo Calabro e non impiccato). Jette pe fottere e rimanette fottuto; è la giusta punizione […]

San Bernardino da Siena

San Bernardino da Siena

Questo illustre e degno discepolo di S. Francesco d’Assisi nacque dalla nobile famiglia degli Albizzeschi nei pressi di Siena nel 1380. Non aveva ancora tre anni quando rimase orfano di madre, e a sei, anche di padre. Ma un fanciullo come lui che già dava segni di predestinazione, non doveva essere trascurato, e non doveva imbrattarsi di fango mondano: possiamo dire che venne allevato ed educato alla scuola di Maria SS.ma. Il grazioso Bernardino, delicato, modesto e cortese con tutti, cresceva, sotto la tutela delle pie zie e della cugina Tobia, in sapienza e in grazia come il fanciullo Gesù. Era talmente delicato, che avendo una volta uno zio paterno […]