About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Teatro Romano,Benevento

Teatro Romano,Benevento

Iniziato da Adriano e terminato (o ingrandito) durante il regno di Caracalla, sorgeva in prossimità del cardo maximus e poteva ospitare circa 15.000 spettatori. Realizzato in opus caementicium con paramenti in blocchi di pietra calcarea e laterizio presentava in origine 25 arcate articolate su tre ordini, di cui rimangono quelle del primo, inquadrate da colonne con capitelli tuscanici, e parte di quelle del secondo. Entrando sulla scena si notano due cippi commemorativi: il primo a destra celebra Adriano e reca incisa la data d’inaugurazione (126), l’altro celebra Caracalla e dovrebbe indicare la loro conclusione (200-210). La cavea – che presenta un diametro di 98 m. – si è conservata in […]

Benevento

Benevento

UN PO’ DI STORIA…. BENEVENTO DEVE LA SUA IMPORTANZA STORICA ED ECONOMICA ALLA SUA STRATEGICA POSIZIONE GEOGRAFICA, INFATTI, E’ SITUATA ALLA CONFLUENZA DI DUE FIUMI E PASSAGGIO OBBLIGATO DI MERCI E PERSONE DAL TIRRENO ALL’ADRIATICO. DI ORIGINE SANNITA, DOPO ANNI DI GUERRE PASSA SOTTO L’INFLUENZA ROMANA RIVESTENDO NELL’IMPERO SEMPRE UN RUOLO DI PRIMO PIANO. LA CADUTA DI ROMA PORTA ALLA CONQUISTA DELLA CITTA’ DA PARTE DEI LONGOBARDI DIVENENDO DUCATO. A SEGUITO DI VARIE PERIPEZIE STORICHE DIVENTA PORTO FRANCO PONTIFICIO FINO ALL’UNITA’ D’ITALIA QUANDO GARIBALDI, DISEGNANDONE I NUOVI CONFINI PROVINCIALI, NE DIMINUISCE L’IMPORTANZA. NEL PERIODO DEL REGNO D’ITALIA IL CAPOLUOGO SANNITA DIVENTA UN POLO INDUSTRIALE CONOSCIUTO NEL MONDO: RICORDIAMO LA DISTILLERIA […]

San Gregorio Giovanni Barbarigo

San Gregorio Giovanni Barbarigo

I milanesi erano soliti ripetere ai bergamaschi, complimentandosi per il loro vescovo: «Noi abbiamo un santo cardinale morto, san Carlo Borromeo, voi avete un vescovo vivo». Vescovo vivo era Gregorio Barbarigo, il quale, tra l’altro, aveva una stima sconfinata di san Carlo. Lo aveva scelto come modello di vita spirituale e come esempio di impegno pastorale quando tentò di realizzare nella propria diocesi le riforme volute dal concilio di Trento. Gregorio Barbarigo era nato a Venezia nel 1625 da un’antica e nobile famiglia istriana immigrata nella città lagunare. Educato alla scienza e alle virtù da un papà religiosissimo, a ventitré anni seguì il cugino Pietro Duodo a Miinster, come segretario […]