About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Il Palazzo reale di Portici

Il Palazzo reale di Portici

Nel 1737, durante una tempesta, la coppia reale dovette fare capolino a Portici; la Regina Maria Amalia fu subito conquistata dal posto che al Re venne l’idea di costruirvi una residenza regia, che divenne poi Reggia ufficiale. I lavori, iniziarono nel 1738 e furono affidati prima al Medrano, poi ad Antonio Canevari, ed infine intervennero anche il Vanvitelli ed il Fuga. Re Carlo acquistò i terreni circostanti per il parco ed anche la villa del conte di Palena e quella del principe di Santobuono, che furono poi incluse nella nuova costruzione. Nel 1740 si decise di espandere il parco verso il mare acquistando il bosco dei d’Aquino Caramanico, del palazzo […]

Sant’ Antonio di Padova

Sant’ Antonio di Padova

Sant’Antonio nacque a Lisbona nel 1195 da genitori favoriti da Dio di ricchezze spirituali e di un certo benessere. Dopo la prima educazione ricevuta nella casa paterna da uno zio canonico, continuò la sua istruzione nella scuola vescovile annessa alla Curia. Con l’età cresceva pure nell’umiltà, unita al disprezzo per le glorie mondane; virtù che, unitamente alla fama di taumaturgo, lo distingueranno sempre. Sentendosi portato alla solitudine, il Santo pensò presto di ritirarsi in un convento e scelse i Canonici Regolari di S. Agostino. Quivi si diede con tale fervore alla mortificazione della carne, alla ritiratezza e ad un silenzio operoso, da divenire uno specchio per i suoi confratelli. Ma […]

Panorra

Panorra

Ingredienti per 2 persone olio extra-vergine di oliva qb 100 g di pane duro 100 g di fagioli cipolla qb sale qb peperoncino a piacere Procedimento. Far soffriggere in una padella l’olio di oliva con la cipolla, aggiungere i fagioli già messi in ammollo e cotti, sale, peperoncino. A questo punto viene aggiunto il pane raffermo tagliato a tocchetti non troppo piccoli, bagnato con la stessa acqua di cottura dei fagioli. Mescolate fino a quando il pane non diventa morbido e servire la panorra ben calda.