About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568

Sacro Cuore di Gesù

Sacro Cuore di Gesù

Nella città di Paray-le-Monial, in un monastero della Visitazione, verso l’anno 1670, trovandosi in un giorno dell’ottava del Corpus Domini, Santa Margherita Maria Alacoque, prostrata innanzi al Santissimo Sacramento esposto alla pubblica adorazione, le apparve Gesù, e le diede a vedere il suo SS. Cuore. Era questo tutto investito da fiamme, circondato da una corona di spine, squarciato da una ferita, e con una croce piantatavi sopra. « Vedi, disse Gesù alla sua adoratrice, vedi questo Cuore che si strugge d’amore per gli uomini, ciò nonostante non riceve che ingratitudine e oltraggi. Questo Cuore è sempre disposto a versare grazie e benedizioni sopra di tutti; ma gli oltraggi continui che […]

La Soppressata di Gioi

La Soppressata di Gioi

LA TRADIZIONE Pregiata e gustosa, la Soppressata di Gioi è un salume cilentano tanto antico quanto squisito. Unico salame lardellato dell’intera Campania, ha lasciato dietro di sé tracce ormai secolari della sua produzione. Nel Compendio di Agricoltura Pratica del 1835 si parla diffusamente di questo insaccato riconoscendone la prelibatezza, l’unicità e la tradizione, che si fa risalire addirittura all’XI secolo. Contrariamente ad altre soppressate viene preparata soltanto con le parti migliori del maiale e questa particolare attenzione alla selezione degli ingredienti appare subito evidente al palato che apprezza il gradevole contrasto tra le gustose carni magre ed il succulento lardello centrale. Prodotta soltanto nel periodo autunnale ed invernale, quando le […]

Resti del castello e della cinta muraria a Gioi Cilento (Sa)

Resti del castello e della cinta muraria a Gioi Cilento (Sa)

A Gioi Cilento, estremo limite della catena difensiva, non rimane più nulla dell’opera fortificata. Rimangono comunque vistose tracce della cinta muraria del borgo, con torrette cilindriche sulla cortina difensiva che, sul lato nord del suo perimetro, includeva il castello» – «“Essendo Gioi (…), circondata da massicce ed inespugnabili mura, si entrava in paese da sette Porte. Fra settentrione e levante ne esisteva una detta “Portanova”. Era di forma architravata, ampia; e dai ruderi e dai diversi pezzi di considerevoli dimensioni, che ancora si conservano, è da credere che “Portanuova” sia stata maestosa, magnifica, ben lavorata e degna veramente, solo di un’Università agiata. Dalla base, su cui erano sdraiati due leoni […]