Cappella del Purgatorio-Castello del Matese (Ce)

Cappella del Purgatorio-Castello del Matese (Ce)

La Cappella del Purgatorio si trova nella parte bassa del centro storico di Castello del Matese, all’imbocco del sentiero che da Castello porta a Piedimonte Matese, la cosiddetta “vecchia mulattiera”.

La chiesetta custodisce un pavimento in maiolica risalente al Settecento, recante, nella parte centrale verso l’altare, la raffigurazione della morte con falce e clessidra, datata 1755 e firmata da un tale Buiano, recante la scritta in latino “Ero mors tua onors”.

L’impianto della chiesetta è molto semplice, un unico ambiente curvilineo racchiude la parte centrale, adibita al culto religioso che accoglie i fedeli, in cui all’occorrenza vengono disposte le panche lignee, e una parte lievemente rialzata nella zona di fronte l’ingresso, adibita ad altare per l’ufficio dei riti religiosi.

Le pareti sono decorate con lesene e cornici ornate di fregi in stucco bianco; inoltre, lungo le pareti, si aprono quattro nicchie sovrastate da altrettanti archi, che custodiscono statue sacre.

Le opere d’arte custodite all’interno della Cappella sono costituite dal pavimento maiolicato settecentesco, che occupa tutta la pavimentazione ad eccezione di un’area quadrangolare centrale in cemento battuto, e un affresco posto alle spalle dell’altare che raffigura le anime del Purgatorio tra le fiamme. In un altro affresco laterale la Madonna col Bambino. Altre opere pittoriche raffigurano la nascita e la presentazione del Bambin Gesù. Sulla facciata principale, abbellita con un portale in stucco dal disegno settecentesco, sono presenti due lastre in marmo su cui è incisa la figura di un teschio e l’espressione “quel che tu sei io lo fui, quel che io sono tu lo sarai. A ricordo di Carrizzo Antonio”.

La Cappella è aperta in occasione della festa di San Martino, che ricorre l’11 novembre di ogni anno, e viene allestita in tale circostanza anche l’area esterna alla cappella, che presenta una vista spettacolare sul versante di San Pasquale, da dove si può distinguere il sentiero dei Monaci, e sulla valle del medio Volturno.

https://t.me/turismocampania

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Resta sempre aggiornato su Turismo, Cultura, Eventi

About Vittorio Fascione

Responsabile commerciale, portale turistico www.consumionline.it Contatti:  Facebookhttps://www.facebook.com/vittorio.fascione Email: consumionline@outlook.it telefono: 345.4026568