Sant’ Eusebio di Vercelli

Sant’ Eusebio di Vercelli

Nacque a Cagliari da famiglia benestante e cristiana. Il padre, di cui non si sa il nome, morì martire. La madre, di nome Restituta, fu una santa donna, e l’unica sorella, Eusebia, coronò la vita col martirio. La sua educazione, più che a Cagliari, la ricevette in Roma, dove si recò all’età di quindici anni in compagnia della sorella. Qui venne istruito nella religione cristiana, specialmente nelle Sacre Scritture. Spessissimo si portava presso le tombe dei martiri per venerarne le reliquie e pregare. Questo influì non poco sul suo animo, che, infiammato dallo spirito del Signore, decise di dedicarsi totalmente all’apostolato tra i pagani. Si preparò quindi convenientemente con lo […]

Sant’ Alfonso Maria de’ Liguori

Sant’ Alfonso Maria de’ Liguori

Nacque il 27 settembre del 1696 a Napoli dalla nobile famiglia De’ Liguori. Ricevette dai suoi buoni genitori un’educazione santa ed energica, a cui il piccolo Alfonso non mancò di corrispondere, conservando per tutta la vita una predilezione speciale ed un vivo sentimento di riconoscenza verso sua madre. Con uno studio accurato ed indefesso ottenne la laurea di avvocato a soli sedici anni. Dopo avere esercitato con brillante successo la sua professione per parecchi anni, per un errore commesso involontariamente nel trattare mia causa in tribunale rimase talmente scosso, che decise di abbandonare il mondo per seguire la voce di Dio che lo chiamava al sacerdozio. Tale cambiamento non era […]

La leggenda dei Santi culicati

La leggenda dei Santi culicati

Negli ultimi decenni del ‘700,la zona dell’Alto Fortore si arricchi dei resti mortali di cinque santi martiri che la voce del popolo montefalconese usa identificare come ” i sante culecate” (i santi coricati), infatti nelle loro urne sono disposti distesi, coricati. La tradizione li ricorda “fratelli”, forse perchè le loro ossa sono pervenute nella stessa epoca. I documenti dicono, invece ,che i cinque santi sono fratelli solo nel martirio subito per la fede di Cristo. Michele Marcantonio, nel suo libro Roseto sacra li denomina ” santi battezati”,perchè di essi non si conosce il vero nome: quando le anonime sacre reliquie del defunto venivano estratte dalle catacombe, vi si attribuiva un […]