Barano d’Ischia(Na)

Barano d’Ischia(Na)

Il nome “Barano” lo si trova per la prima volta in una lapide del 1374 che ricorda alcune opere del vescovo Bartolomeo Bussolaro. Alcuni studiosi, invece, ritengono che tale nome risalga al 1270. In un documento riguardante i Casali dell’Isola tassati in tale anno è riportato il nome “Eramo”. I sostenitori di tale tesi ritengono che l’Autore del testo a noi pervenuto abbia male trascritto o interpretato l’originale “Barano”. Non è certo ed univoco il significato del nome “Barano”. Per alcuni significa “contra moerorem”, oppure “luogo delizioso” , oppure “podere di Vario”, per altri “Barano” deriva dal latino “balneum” per le sorgenti che nel territorio vennero conosciute ed apprezzate fin […]

La Torre Saracena di Barano d’Ischia (Na)

La Torre Saracena di Barano d’Ischia (Na)

La Torre Saracena di Barano d’Ischia si eleva dal banco tufaceo e si affaccia sulla bellissima Baia dei Maronti. E’ situata in località Testaccio, una frazione di Barano dal notevole fascino che riporta ai tempi passati. Lungo la strada voluta dal viceré Corafà, si susseguono case dimesse che hanno conservato il fascino antico delle cose genuine. Incantevole il vicolo sotto l’arco di tufo che un tempo portava ai campi. Costruita nel ‘400 con la funzione di avvistare gli invasori e fornire rifugio agli abitanti di Testaccio, dotata di cisterna e forno, al fine di resistere alla fame provocata dagli assedi saraceni, fu successivamente adibita a dimora del locale barone. Per […]

Pasta con pancetta e pecorino

Pasta con pancetta e pecorino

Ingredienti Pasta 350 g guanciale 50 g burro 50 g cipolla, 1 pecorino romano, 3 cucchiai parmigiano, 3 cucchiai sale e pepe Preparazione 1. Come prima cosa, in una padella, bisognerà imbiondire nel burro una cipolla già precedentemente tritata in maniera fine. Prendere il guanciale e tagliarlo a listarelle e farlo rosolare con la cipolla appena dorata per qualche minuto. 2. In una pentola molto grande bisognerà lessare i bucatini (o se preferite un altro tipo di pasta) in abbondante acqua salata. Fare attenzione in questo caso e scolarli al dente. Dopodiché saltare i bucatini in una padella insieme al guanciale bagnando di tanto in tanto con poca acqua di […]

Santuario della Grotta di San Michele Arcangelo a Sant’Angelo a Fasanella (Sa)

Santuario della Grotta di San Michele Arcangelo a Sant’Angelo a Fasanella (Sa)

L’ingresso del Santuario della Grotta di San Michele Arcangelo è costituito da un portale con alla base due stipiti, un leone ed una leonessa di fattura arcaica. All’interno della grotta, oltre alla tomba di Francesco Caracciolo e al pozzo,posto su un lato, si nota una altissima edicola di stile gotico, ad altezza di circa 5 metri dal pavimento. La cavità più profonda costituisce la Cappella, dedicata all’Immacolata, sul cui altare una cornice lignea racchiude una tela databile XVII secolo. Tutto intorno si possono ammirare affreschi trecenteschi e sculture. Sul fondo della grotta si può ammirare, invece, un ricco altare seicentesco fatto costruire, come anche il pozzo e il pulpito, dall’Abate […]