Taralli di vino e zucchero (‘MBRIACHIELLI)

Taralli di vino e zucchero (‘MBRIACHIELLI)

Ingredienti: 1,5 kg Farina, olio d’oliva extravergine 1 bicchiere, zucchero quanto basta, 1 bicchiere di vino rosso, 1 bicchiere di farina per lavorare. Preparazione: Mettete la farina a fontana sulla spianatoia ed al centro versatevi l’olio ed il vino. Amalgamate bene il tutto fino a ottenere una pasta morbida ed elastica. Staccate, quindi, dei pezzi singoli di pasta e lavorateli tra le dita fino ad ottenere dei cordoni piuttosto lunghi e tagliateli a pezzi di circa 10 cm. Chiudeteli quindi a ciambella, stando ben attenti a chiuderli bene con il pollice. Disponeteli su una teglia precedentemente imburrata, spolverizzateli di zucchero e passateli nel forno già caldo.

Taverna di Monte Chiodo a Buonalbergo (Bn)

Taverna di Monte Chiodo a Buonalbergo (Bn)

Il più antico documento sulla Taverna di Monte Chiodo è fornito da una relazione della Reintegra ordinata da Filippo IV al reggente Capecelatro (1650) in cui essa è citata; in questa occasione furono fatte le prime piante dei Tratturi, delle quali quella riportante il tratto su cui insiste la Taverna non è stato rinvenuto. Nel 1727 la Terra di Buonalbergo ed i Feudi Montechiuovi e Montemalo furono venduti da Ippolita Spinello (ultima erede di quella famiglia) a Baldassarre Coscia, duca di Paduli, per duemila ducati. Nella rivela del 1743 relativa ai Forastieri e Bonatenenti di Buonalbergo, sono riportati i beni del Duca di Paduli, Baldassarre Coscia, tra i quali sono […]

Buonalbergo (Bn)

Buonalbergo (Bn)

Come attestato da alcuni ritrovamenti archeologici, la zona di Buonalbergo è stata fin dall’antichità oggetto di insediamenti sparsi tra il fiume Miscano e le montagne ad esso prospicienti. In particolare si ricorda Cluvia, menzionata da Tito Livio, cittadella sannita nei pressi del tratturo. Fu a lungo contesa dai Romani, che, in seguito, vi fecero passare la via Traiana, di cui oggi rimangono i resti di tre ponti. Con la crisi dell’impero romano, gli abitanti dei vari insediamenti si concentrarono presso il castello di Montegiove sul monte Chiodo, andato poi distrutto nel 1122, e in un castello a guardia della via Traiana e del tratturo d’origine longobarda, posto su un picco […]

FAVE CON CIPOLLE E PANCETTA

FAVE CON CIPOLLE E PANCETTA

  E’ un piatto davvero molto semplice e buono, basta seguire qualche piccolo accorgimento. Le dosi sono indicative perchè non ho mai pesato gli ingredienti: 1 kg di fave già pulite ( io uso quelle dell ‘orto di mia nonna) 3 cipolle fresche pancetta dolce tagliata a striscioline sottili 2 o tre peperoni secchi ( facoltativi) olio extra verdine di oliva sale Procedimento: in una padella versare l’olio e rosolare a fiamma bassa le cipolle affettate sottilmente e i peperoni spezzettati fecendo attenzione a non bruciare il tutto, aggiungere la pancetta e , successivamente, le fave regolare di sale e cuocere fino a quando queste non risultano morbide. Una cosa […]