Chiesa di Santa Maria del Bosco,Paupisi (Bn)

Chiesa di Santa Maria del Bosco,Paupisi (Bn)

La Chiesa di Santa Maria del Bosco, le cui origini risalgono agli inizi del XVIII secolo, è stata interamente demolita nel 1936, conservando dell’antico impianto solo il campanile, oggi trasformato in Monumento ai caduti. Ricostruita con uno stile architettonico moderno, con facciata a capanna che vede un basso portale d’ingresso sormontato da una cornice marcapiano, da cui si diparte un alto finestrone vetrato con decorazioni di ferro battuto, la chiesa custodisce al suo interno il prezioso dipinto settecentesco raffigurante la Madonna con il Bambino e alcune statue di santi.

Risotto al Caciocavallo

Risotto al Caciocavallo

Ingredienti: 360 grammi di riso; 100 grammi di caciocavallo; Due cipolle ramate di Montoro; Un decilitro di Greco di Tufo; Un litro di brodo vegetale; 40 grammi di parmigiano grattugiato; Quattro cucchiai di olio extravergine di oliva; Sale. Preparazione: Per prima cosa mondare e affettate le cipolle, trasferirle in una padella capiente tipo saltapasta insieme all’olio e farle appassire, per circa 5 minuti e a fuoco basso. Alzare la fiamma, versare il riso e tostarlo a fiamma vivace per circa 3 minuti mescolando spesso. Sfumare con il Greco di Tufo e, quando sarà evaporato, aggiungere un mestolo di brodo bollente. Una volta che si sarà assorbito tutto il liquido aggiungere […]

Il Castello Ruspoli di Torella dei Lombardi

Il Castello Ruspoli di Torella dei Lombardi

Il paese di origini Longobarde è situato a 600 metri di altitudine su di uno sperone roccioso dell’alta valle del Fredane. L’abitato si formò intorno al Castello edificato in seguito alla Divisio Ducatus della Longobardia minore proprio sulla linea di confine fra il principato di Salerno e quello beneventano, nel IX secolo. È nominato per la prima volta in un documento del 1151, dov’è riportato l’allora signore del luogo Guaimario Saraceno alla cui famiglia appartenne per diversi secoli fino all’inizio del XVI secolo. Nel 1550 passò a Domizio Caracciolo, che fu il primo membro della famiglia feudataria proprietaria del Castello per ben quattro secoli. Nel corso dei secoli XVI e […]

Torella dei Lombardi

Torella dei Lombardi

Torella dei Lombardi è inserita nel paesaggio tipico delle zone sub-appenniniche che alterna ampie zone collinari, larghe depressioni vallive, alle dorsali rocciose, propaggini dei Monti Picentini, un territorio caratterizzato da numerosi corsi d’acqua, su tutti l’Ofanto, il maggiore fiume dell’Alta Irpinia. L’agricoltura costituisce la risorsa principale e produce soprattutto cereali; ma non mancano le coltivazioni ortive o foraggiere, come pure i vigneti, i frutteti, gli oliveti e i castagneti. E’ ancora presente l’allevamento degli ovini. Le origini di Torella dei Lombardi risalgono al periodo della contesa tra i principati longobardi di Benevento e di Salerno, intorno all’anno 850, quando a difesa del confine del principato di Salerno, venne costruito un […]