Sant’Agata dei due golfi

Sant’Agata dei due golfi

Il paese si trova in Penisola Sorrentina ed è adagiato a valle di verdi colline dei monti Lattari in posizione a dominio dei Golfi di Napoli e Salerno. Attualmente fa parte del Comune sparso di Massa Lubrense, ma una parte del suo territorio cade anche nel comune di Sorrento, città che in linea d’aria dista appena 1.6 chilometri. Sia negli anni passati, sia in tempi più recenti. Il nome S. Agata deriva da una cappellina dedicata alla santa catanese che fino a pochi decenni fa era ancora attiva nei pressi di un incrocio viario molto importante nei tempi passati perchè di là bisognava passare per andare a Sorrento, e siccome […]

Chiesa dell’Incoronata Sicignano degli Alburni

Chiesa dell’Incoronata Sicignano degli Alburni

La madonna dell’Incoronata di Sicignano degli Alburni è conosciuta e venerata anche come la “Regina Vallis Alburnorum” che apparve intorno all’anno 1000 accanto al luogo di culto, sopra un pianta di alloro. Il Santuario è situato al km 40 della S.S. 19 e si ipotizza che abbia rappresentato una tappa obbligatoria per tutti quei fedeli che, nei secoli a venire, attraversavano e sostavano presso la Nares Lucanae, durante il loro lungo pellegrinaggio da e verso Roma. Oltre ad essere un luogo di culto e preghiera, esso fu anche una taverna borbonica. La prima chiesa dell’Incoronata fu edificata nel IX secolo dagli abitanti del Casale Scalcinati e fu utilizzata anche per le sepolture. La […]

CALZONI FRITTI CON LA SCAROLA

CALZONI FRITTI CON LA SCAROLA

Ingredienti 500 gr di farina 00 25 gr di lievito un filo di olio d’oliva un pizzico di sale acqua tiepida q.b. 1 scarola olive nere capperi alici salate cipolla aglio olio per friggere Preparazione Laviamo la scarola in abbondante acqua corrente e asciughiamola, tagliamola a listarelle. In una padella ampia mettiamo la cipolla tagliata sottile e lo spicchio d’aglio in camicia, appena s’indorano aggiungiamo i capperi e le olive denocciolate. Pochi minuti e aggiungiamo la scarola che si appassirà. Quando sarà appassita, aggiustiamo di sale (attenti al sale per la presenza dei capperi e delle alici) e copriamo facendo cuocere a fiamma bassa per 20 minuti circa. Togliamo dal […]

Sicignano degli Alburni

Sicignano degli Alburni

Il centro fu fondato intorno al 450 a.C. da Lucio Siccio Dentato[senza fonte], che quattro anni prima era stato eletto tribuno della plebe, inviato a combattere i Sabini che predavano le campagne romane. Stando al racconto di Tito Livio nello stesso anno Siccio sarebbe stato ucciso a tradimento su iniziativa dei decemviri che ne temevano le arringhe che teneva per il ripristino dei diritti della plebe. La prima attestazione documentaria di Sicignano risale a un atto di donazione del 1086 con i quale il conte normanno Asclettino di Sicignano, signore di Polla († 1086), donava alla badia di Cava dei Tirreni il monastero di San Pietro e la chiesa di […]