I guanti caleni

I guanti caleni

Ingredienti Nr° 12 Uova Gr.250 di Zucchero Nr° 1 Bicchiere di Olio di Semi Nr° 1 Bicchiere di Anice Nr° 6 Bustine di Vanillina Nr° 4 Bustine di Pane degli Angeli Lt. 4 Latte intero Nr° 5 limoni grattugiati Kg. 2 di Farina Ingredienti per la frittura Lt. 4 Olio di Semi di Girasole Kg. 1 Zucchero frullato Procedimento In una casseruola mischiare uova, zucchero, olio, anice, vanillina e limone grattugiato. Mettere il pane degli angeli nel latte, miscelare bene e aggiungere all’impasto. Aggiungere il tutto con la farina fino a ottenere un impasto morbido. Lasciare lievitare per circa 80 minuti. Stendere la pasta con il matterello ricavandone una sfoglia […]

Calvi Risorta-Caserta

Calvi Risorta-Caserta

La città di Cales e la sua storia Cales è la più importante città degli Ausoni. Il nome attuale è Calvi Risorta. Era situata sulla via Latina, la via che da Roma portava a Casilinum e a Capua seguendo l’itinerario pedemontano. La collocazione di Cales lungo la via Latina è tra Teanum, capitale dei Sidicini (antica popolazione campana), e la congiunzione delle via Latina con la via Appia poco prima di Casilinum. La città e il suo sito attuale datano, in base ai dati archeologici, alla fine del VII secolo aC, cioè, al periodo di egemonia degli Etruschi come attestato dai rinvenimenti della necropoli (W. Johannowsky 1965) È rimasta la […]

Il Castello di Calvi Risorta

Il Castello di Calvi Risorta

Il Castello Aragonese si ubica in Località Calvi Vecchia, nel Comune di Calvi Risorta, sul limite orientale del pianoro tufaceo, nell’area denominata arce, sul lato sud- ovest è delimitato dall’edificio detto ‘Dogana Borbonica’ e a breve distanza, affacciato sul tratto stradale di accesso all’arce, trasversale alla Casilina, dal Palazzo Vescovile settecentesco, mentre a nord si colloca la maestosa Cattedrale Romanica, che ha sostituito la precedente basilica paleocristiana di fine IV/V secolo d.C., dedicata a S. Casto patrono dell’attuale Calvi Risorta, che si ubicava presso l’attuale autostrada Roma – Napoli, in località ‘Ciavola’. L’attuale Castello aragonese è certamente preceduto da un primo impianto di carattere militare in epoca altomedievale, il cosiddetto […]

Il parco archeologico di Conza della Campania (Av)

Il parco archeologico di Conza della Campania (Av)

Il nome della città dovrebbe essere in realtà Conza degli Irpini perché proprio da queste popolazioni fu abitata soprattutto per la sua felice posizione geografica a cavallo tra i fiumi Sele e Ofanto. Fu poi conquistata dai Romani quando, nel 214 a. C., Q. Fabio Massimo, il Temporeggiatore, la espugnò definitivamente. L’idea del parco archeologico di Conza nasce dalle numerose evidenze archeologiche venute alla luce in diversi anni. Sotto la piazza della Cattedrale dell’Assunta, sono stati intercettati i resti dell’antico foro romano con due livelli pavimentali: uno in opus spicatum con canale di scolo per le acque piovane e un altro in opus tessellatum e cocciopesto. Sul foro doveva affacciarsi […]