Chiesa di san Giovanni del Toro

Chiesa di san Giovanni del Toro

La chiesa di S. Giovanni è nella storia religiosa ravellese la chiesa dove si riuniva la nobiltà di Ravello medievale, che aveva in questa zona i palazzi più antichi. La sua fondazione dovrebbe risalire agli anni tra il 975 e il 1018 per volere delle famiglie Rogadeo, Pironti e Muscettola. La consacrazione avvenne nel 1276 per mano del vescovo Pietro di Durazzo. La struttura è a tre navate, absidale, a cui si accede da tre portali, di cui quello centrale più ampio, tutti sormontati da architravi di spolio e lunette decorate da affreschi (sopravvive solo quello centrale in cattivo stato); le navate sono divise da colonne con capitelli, diversi tra […]

Ravello

Ravello

A Ravello si continua infatti a poter vivere una vacanza tranquilla, nonostante l’importanza di molti eventi che hanno luogo proprio da queste parti e si riesce a vivere la Costiera senza l’assillo turistico che soprattutto in altra stagione colpisce gli altri centri. Ravello è una delle perle autentiche delle coste campane e della zona dell’amalfitano.Ravello è situata leggermente nell’entroterra, con la parte della costa che è invece occupata dalle frazioni di San Cosma e Castiglione. Arrivarci non è facile, dato che il paese si trova proprio tra Minori ed Amalfi. Tra le diverse costruzioni storiche che insistono nell’area di Ravello, il Duomo non può che rivestire un’importanza fondamentale. È una […]

Caiazzo-Castello Longobardo

Caiazzo-Castello Longobardo

Il castello, in posizione dominante la valle e la città, si presenta ora in veste ottocentesca, ma conserva molte testimonianze dei periodi passati. Il castello longobardo, costruito sui resti dell’Arx romana, nella seconda metà del IX secolo era tenuto da Teodorico, conte di Caiazzo. Nell’anno 982 troviamo signore del feudo Landolfo, nel 1029 e nel 1034 i documenti attestano che Landone, conte di Carinola, era anche signore di Caiazzo. In epoca normanna tra i conti di Caiazzo emerge (1070) Rainulfo, che accompagnò a Roma l’abate Desiderio, eletto Papa col nome di Vittorio III. Con la conquista del regno da parte di Ruggiero II il castello viene dotato di una guarnigione […]

Caiazzo

Caiazzo

Il nome esatto è Caiazza, derivato da Caiatia. L’etnico è caiazzano. Da non molto prevale caiatino, come in antico. Spesso è stata confusa con Calatia, oggi Calazze, presso Maddaloni. L’interpretazione del nome osco KAIATINIM è difficile: potrebbe riferirsi alla tribù che per prima occupò il luogo. Sulla collina del castello si trovano resti di mura poligonali costruite dagli Oschi (o Osci), i Sanniti della pianura, e possono raggiungere l’VIII sec. a. C. Non è facile stabilire se era l’intero abitato o solo l’acropoli. La città rifatta completamente in epoca romana, forse al tempo della colonia, sorse su un piano lievemente inclinato verso Sud, ebbe al centro un decumano fra le […]