Mallone

Mallone

INGREDIENTI Erbe spontanee (foglie di cardo, di finocchietto selvatico e di borragine) Patate Olio extra vergine di oliva Colline Salernitane DOP Aglio Peperoncino rosso piccante (se piace) PREPARAZIONE Raccogliere le erbe spontanee indicate negli ingredienti (utilizzare per due terzi foglie di cardo e per un terzo foglie di finocchietto selvatico e di borragine). Lavare bene e bollire in acqua non salata, poi colarle e farle riposare per un’ora in acqua fresca, perchè perdano ancora un pò del gusto amaro che la caratterizza. Separatamente bollire le patate, pelarle e schiacciarle con la forchetta. Poi strizzare le verdure e sminuzzarle. Far soffriggere l’aglio in abbondante olio d’oliva e poggiarvi le verdure. Dopo […]

Chiesa di Santa Maria della Pace-Campagna

Chiesa di Santa Maria della Pace-Campagna

In seguito all’istituzione della diocesi, avvenuta nel giugno del 1564, fu decisa la costruzione della Cattedrale, realizzata nell’arco di oltre un secolo in un sito piuttosto articolato, caratterizzato da significative preesistenze geomorfologiche e architettoniche: molto probabilmente sul sito della vecchia chiesa di Santa Maria della Giudeca nonché su resti di epoca romana e a ridosso del percorso del fiume Tenza in prossimità della confluenza con il fiume Atri. La prima pietra dell’opera, seguita a numerose dispute sulla localizzazione del complesso, fu posta soltanto circa quarant’anni dopo la nomina a sede vescovile, a settentrione dell’antica chiesa parrocchiale di Campagna e solo nel 1634 furono intraprese le opere di fondazione dell’area della […]

La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli a Foglianise (Bn)

La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli a Foglianise (Bn)

La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli è un antico convento dei Padri Carmelitani che all’epoca della costruzione (XVI secolo) si trovava ai margini del centro abitato, ma oggi è inserita nel tessuto urbano. All’interno, si presenta con una pianta a croce latina; custodisce preziosi dipinti, quali la Dormitio Mariae (1630), l’Ascensione (XVI secolo) e I Misteri del Rosario (XVI secolo), e la statua di Sant’Antonio, commissionata nel 1911 come reazione per l’aggregazione del territorio del convento della Santissima Annunziata dal tenimento di Foglianise a quello di Vitulano. Intorno al 1600, nel fervore della rinnovata devozione in onore della Vergine Santissima, alla chiesa fu annesso un eremitorio, oggi sede del Municipio.

Scarpariello

Scarpariello

Ingredienti 400 G Di Pasta 200 G Di Pomodori Maturi 200 Ml Di Panna Vino Bianco Q.B. 100 G Di Pecorino Grattugiato Fresco 100 G Di Basilico 1 Spicchio Di Aglio Olio Di Oliva Q.B. Preparazione Fate imbiondire l’aglio nell’olio messo in una tegame. Aggiungete i pomodori pelati (se avete a disposizione quelli freschi è meglio). Fate cuocere i pomodori per formare un cremoso sughetto. Aggiungete il vino bianco (1/2 bicchiere per due persone), e salate a piacere. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete la pannae infine il pecorino. Scaldate la pasta. Unite il sugo e fate saltare, aggiungendo abbondante basilico tagliuzzato con le forbici.