Villa di Lucullo a Miseno (Na)

Villa di Lucullo a Miseno (Na)

Nei pressi della Dragonara e del Sacello degli Augustali, seminascoste in proprietà private, si trovano le terme del Foro e le cosiddette terme di “Cudemo”. Queste ultime, databili al II sec. d. C., rappresentavano le terme pubbliche di Misenum; di assoluto interesse, poiché ben conservati, sono il calidarium, il passaggio interno di servizio e il praefurnium. Nel Foro della città, oltre agli uffici pubblici, c’erano i templi e il teatro. Quest’ultimo è immaginabile in tutte le sue caratteristiche in un tratto del corridoio inferiore, dal quale si originavano diverse gallerie radiali poi occluse con setti murari. Uno dei templi che caratterizzavano il Foro dell’antica città militare, il Sacello degli Augustali, […]

Il caciocavallo di Castelfranco in Miscano

Il caciocavallo di Castelfranco in Miscano

Castelfranco in Miscano è un piccolo comune della provincia di Benevento con poco meno di 1000 abitanti, si trova al confine con la Puglia si trova nei pressi del tratturo Candela- Pescasseroli, è situato alle falde di un colle del sub-appennino dauno. Questo borgo ha origini molto antiche, pare che nel suo territorio ci fosse un’antica città Osca. Il suo toponimo pare derivi dall’essere stato un castello di proprietà di un“francese”o“franco”sotto la dominazione angioina. Fu poi nel tempo aggiunto Miscano con riferimento al fiume che scorre nel territorio comunale. Castelfranco in Miscano fa parte del territorio e della comunità montana del Fortore ed oltre ad essere un borgo ameno, è […]

Castelfranco in Miscano (Bn)

Castelfranco in Miscano (Bn)

Il nome deriva dall’essere stato un castello posseduto da un franco o francese sotto gli Angioini. L’aggiunta Miscano si riferisce all’omonimo fiume. Il paese in origine fu un suffeudo della Signora di Montefalcone chiamata Rarifre, come un Franculli allora era signore di Montecalvo, ed un Polifranci, signore di Ginestra, fratelli di Rarifre. Da questi passò ai De Lecto, ai Buisson ed ai Shabran, tutti francesi. Passò poi ai Mansella di Salerno, agli Sforza ai Guevara, ai Caracciolo, ai De Sangro ed ai Mirelli di Teora. Nel 1496, fu luogo di convegno degli alleati Aragonesi sotto il comando dei condottieri: Giovanni Sforza signore di Pesaro e Giovanni Gonzaga, fratello del marchese […]

Chiesa e Convento di Santa Maria delle Grazie a Castelfranco in Miscano (Bn)

Chiesa e Convento di Santa Maria delle Grazie a Castelfranco in Miscano (Bn)

La Chiesa, originariamente era a tre navate, con quattro colonne e due pilastri centrali. Chiesa S.Maria delle GrazieVi erano due altari laterali, il primo dedicato a S. Antonio ed il secondo alla Madonna Incoronata. La cappella laterale, con altare tradizionale e cappelle votive, conserva l’antico aspetto. Oggi la chiesa ha una sola navata. Il tabernacolo presenta incastonati preziosi marmi di Francia. Nel presbiterio è collocata un’opera di ceramica artistica rappresentante S. Fedele Martire che affida Castelfranco alla Madonna delle Grazie. Sul portale della chiesa vi è una scultura in arenaria del XV sec. L’antico convento adiacente la chiesa: ex sede della Pretura e del Carcere Mandamentale. Fu completamente ristrutturato dopo […]