Il borgo Medievale di San Severino di Centola (Sa)

Il borgo Medievale di San Severino di Centola (Sa)

San Severino di Centola, nel basso Cilento, è un borgo medievale abbandonato situato sulla sommità di un colle costituito nella sua struttura da rocce calcareo-scistose, con la cima bipartita da una sella, la quale divide in due zone l’insediamento in cui si distinguono i ruderi del castello e della chiesa, dall’area in cui vi sono le abitazioni abbandonate dai cittadini. Il colle ha la parete nord-est che si erge a strapiombo dalla riva destra del fiume Mingardo (che solca la “Gola del Diavolo”), mentre dalla riva sinistra si erge il monte Bulgheria che ha preso il nome dai mercenari bulgari guidati dal duca Altzek che giunse in Italia con le […]

Miseno (Na)

Miseno (Na)

Leggenda e storia si confondono nel passato di questa piccolo borgo del comune di Bacoli che conobbe grande importanza nell’antichità soprattutto per la flotta Imperiale che qui si stanziò al diretto comando del «princeps» romano. La configurazione naturale favoriva la realizzazione di un articolato complesso portuale, con una baia aperta e un bacino chiuso (lago di Miseno o Maremorto) che vennero collegati da un canale navigabile, ora interrato. L’ingresso alla rada anteriore era delimitato da un doppio molo; gallerie scavate nei promontori (punte Pennata e Sarparella) creavano un gioco di correnti marine destinato a evitare l’insabbiamento del porto, la cui doppia articolazione, molto simile al «Portus Julius» del lago Lucrino, […]

Villa di Lucullo a Miseno (Na)

Villa di Lucullo a Miseno (Na)

Nei pressi della Dragonara e del Sacello degli Augustali, seminascoste in proprietà private, si trovano le terme del Foro e le cosiddette terme di “Cudemo”. Queste ultime, databili al II sec. d. C., rappresentavano le terme pubbliche di Misenum; di assoluto interesse, poiché ben conservati, sono il calidarium, il passaggio interno di servizio e il praefurnium. Nel Foro della città, oltre agli uffici pubblici, c’erano i templi e il teatro. Quest’ultimo è immaginabile in tutte le sue caratteristiche in un tratto del corridoio inferiore, dal quale si originavano diverse gallerie radiali poi occluse con setti murari. Uno dei templi che caratterizzavano il Foro dell’antica città militare, il Sacello degli Augustali, […]

Il caciocavallo di Castelfranco in Miscano

Il caciocavallo di Castelfranco in Miscano

Castelfranco in Miscano è un piccolo comune della provincia di Benevento con poco meno di 1000 abitanti, si trova al confine con la Puglia si trova nei pressi del tratturo Candela- Pescasseroli, è situato alle falde di un colle del sub-appennino dauno. Questo borgo ha origini molto antiche, pare che nel suo territorio ci fosse un’antica città Osca. Il suo toponimo pare derivi dall’essere stato un castello di proprietà di un“francese”o“franco”sotto la dominazione angioina. Fu poi nel tempo aggiunto Miscano con riferimento al fiume che scorre nel territorio comunale. Castelfranco in Miscano fa parte del territorio e della comunità montana del Fortore ed oltre ad essere un borgo ameno, è […]