Agropoli (Sa)

Agropoli (Sa)

L’abitato è sormontato dal centro storico, che conserva il centro antico, gran parte delle mura e il portale seicentesco. Il centro storico è di forte richiamo turistico. Lungo le numerose stradine e tra i monumenti, vi sono negozi, bar e locali che servono i piatti del luogo, tra cui la pizza agropolese, servita in un cesto di vimini. Vi si accede attraverso la caratteristica salita degli “scaloni”, uno dei pochi esempi di salita a gradoni e la porta monumentale, ben conservata. La porta: ha due aperture; sulla destra della porta principale ce n’è una, secondaria, ad arco ribassato, aperta agli inizi del XX secolo; tra le aperture è visibile una […]

Caiazzo (Ce)

Caiazzo (Ce)

Il nome esatto è Caiazza, derivato da Caiatia. L’etnico è caiazzano. Da non molto prevale caiatino, come in antico. Spesso è stata confusa con Calatia, oggi Calazze, presso Maddaloni. L’interpretazione del nome osco KAIATINIM è difficile: potrebbe riferirsi alla tribù che per prima occupò il luogo. Sulla collina del castello si trovano resti di mura poligonali costruite dagli Oschi (o Osci), i Sanniti della pianura, e possono raggiungere l’VIII sec. a. C. Non è facile stabilire se era l’intero abitato o solo l’acropoli. La città rifatta completamente in epoca romana, forse al tempo della colonia, sorse su un piano lievemente inclinato verso Sud, ebbe al centro un decumano fra le […]

Castello longobardo di Caiazzo (Ce)

Castello longobardo di Caiazzo (Ce)

Il castello, in posizione dominante la valle e la città, si presenta ora in veste ottocentesca, ma conserva molte testimonianze dei periodi passati. Il castello longobardo, costruito sui resti dell’Arx romana, nella seconda metà del IX secolo era tenuto da Teodorico, conte di Caiazzo. Nell’anno 982 troviamo signore del feudo Landolfo, nel 1029 e nel 1034 i documenti attestano che Landone, conte di Carinola, era anche signore di Caiazzo. In epoca normanna tra i conti di Caiazzo emerge (1070) Rainulfo, che accompagnò a Roma l’abate Desiderio, eletto papa col nome di Vittorio III. Con la conquista del regno da parte di Ruggiero II il castello viene dotato di una guarnigione […]

Peperoni imbottiti

Peperoni imbottiti

INGREDIENTI: Peperoni lunghi e stretti, mollica di pane raffermo, alici salate, pomodorini rossi freschi, aglio, prezzemolo, sale e olio extravergine. PREPARAZIONE: Togliere i semi dai peperoni, svuotandoli dall’alto, lasciandoli interi, lavarli e farli asciugare. A parte preparare l’imbottitura: sbriciolare la mollica di pane, aggiungere i pomodorini tagliati a pezzettini, sminuzzare aglio,prezzemolo e alici e aggiungere il tutto all’impasto con un pizzico di sale e un cucchiaio di olio extravergine. Amalgamare tutto. Riempire i peperoni compattando bene l’impasto. In una padella, a bordi alti , mettere l’olio e far soffriggere i peperoni, inizialmente a testa in giu per almeno cinque minuti, in modo da far formare una crosta dalla parte dell’imbottitura […]