La Chiesa di S. Maria Immacolata a Venticano (Av)

La Chiesa di S. Maria Immacolata a Venticano (Av)

La chiesa di S. Maria e S. Alessio, o anche chiesa di Santa Maria Immacolata venne eretta nel XV secolo. Più volte restaurata, venne ricostruita dopo il terremoto del 1980. La facciata presenta ancora gli antichi portali in pietra ed il rosone centrale. All’interno dell’edificio si conservano la tela che ritrae la “Madonna col Bambino”, risalente al XVIII secolo, nonchè statue e dipinti del XIX secolo. A pochi metri dalla chiesa si ergeva il piccolo Monastero di Santa Maria, fatto erigere da Guglielmo IV, che ebbe grande notorietà in passato. Di tale struttura rimanevano fino a pochi anni fa, un chiostro con un bel porticato, la torre campanaria con alti […]

Conza della Campania (Av)

Conza della Campania (Av)

Comune montano di antiche origini, le cui principali attività economiche sono rappresentate dall’agricoltura e dall’industria. I conzani, con un indice di vecchiaia superiore alla media, risiedono in buona parte nel capoluogo comunale, posto sulla cima di un poggio e costituito prevalentemente da prefabbricati; il resto della comunità si distribuisce in numerose case sparse. Il territorio comunale, costituito in prevalenza da una serie di rilievi collinari, è attraversato da numerosi corsi d’acqua dalla portata molto irregolare e ospita l’ampio lago artificiale di Conza. La vegetazione più diffusa è rappresentata dalle specie riparie che bordano le sponde di laghi e fiumi (pioppi, ontani napoletani, tamerici e salici), oltre che dai boschi misti […]

Chiesa di Santa Maria Maggiore e di San Marcellino a Luogosano (Av)

Chiesa di Santa Maria Maggiore e di San Marcellino a Luogosano (Av)

Incerto è l’anno di edificazione della Chiesa di Santa Maria Maggiore e di San Marcellino, ma il campanile posto in corrispondenza della porta d’ingresso della struttura lascia presagire che siano antiche. La facciata è totalmente ristrutturata, così comne l’interno nel quale sono conservate lapidi e cippi funerari romani, inseriti nei pilastri e nelle pareti dell’edificio. Tali elementi confermano ulteriormente l’origine paleocristiana della chiesa di cui di enorme rilievo sono la vasca battesimale in pietra del 1586 e l’altare maggiore del 1739, donato dall’arcipresbitero Jacopo Antonio Venuti, che fece realizzare, nel 1763, anche la balaustra e la scalinata mistilinea, in pietra di Fontanarosa.

Pietrastornina (Av)

Pietrastornina (Av)

Il territorio del Comune di Pietrastornina ebbe frequentazioni in epoca preromana e romana, anche se, finora, ancora scarse sono state le testimonianze archeologiche venute alla luce. Lo sperone roccioso che troneggia al centro del paese, non è solo una interessante caratteristica estetica ed ambientale che caratterizza Pietrastornina, ma ha svolto un duplice ruolo nella storia del paese. Infatti, da un lato, le ha dato il nome (“petra sturnina”, in latino designa una pietra, o rupe, grigia), che durante il Medioevo subirà diverse deformazioni (“Petra Sternina”, “Petra Strumini”, “Petre Sturmine”, “Petrae Strumiliae” ed anche “Petrastrumula”), dall’altro, creato le premesse per la costruzione di un inaccessibile Castello sopra il monolito. Tale fortilizio, […]