Montemiletto (Av)

Montemiletto (Av)

Il borgo ha avuto origine agli albori del Medioevo anche se la zona è stata frequentata fin dalla preistoria. Le prime notizie certe su Montemiletto risalgono al XII secolo. Fu feudo dei Della Leonessa e dei De Tocco fino al 1806. Il centro storico del paese si sviluppa proprio attorno al Castello della Leonessa, situato in posizione dominante sulle colline irpine. La “porta della terra” è un antico arco adiacente al castello, una volta attraversato si giunge al rione definito in dialetto “N’coppa a piazza”, ossia Piazza Umberto I, dove si trova inoltre l’ingresso principale del castello. Di rilievo è anche il Borgo Medievale, che si snoda lungo Via Regina […]

Montemiletto (Av)

Montemiletto (Av)

l borgo ha avuto origine agli albori del Medioevo anche se la zona è stata frequentata fin dalla preistoria. Le prime notizie certe su Montemiletto risalgono al XII secolo. Fu feudo dei Della Leonessa e dei De Tocco fino al 1806. Il centro storico del paese si sviluppa proprio attorno al Castello della Leonessa, situato in posizione dominante sulle colline irpine. La “porta della terra” è un antico arco adiacente al castello, una volta attraversato si giunge al rione definito in dialetto “N’coppa a piazza”, ossia Piazza Umberto I, dove si trova inoltre l’ingresso principale del castello. Di rilievo è anche il Borgo Medievale, che si snoda lungo Via Regina Margherita […]

Il castello della Leonessa a Montemiletto (Av)

Il castello della Leonessa a Montemiletto (Av)

Il Castello di Montemiletto si erge sul rilievo montuoso in posizione dominante sul paesaggio circostante e sulla valle attraversata dai fiumi Calore e Sabato. Il castello normanno, noto come “castello della Leonessa” appartenne ai feudatari de Tocco. Secondo alcuni storici il castello fu probabilmente costruito in età Longobarda fra l’VIII e il IX secolo. Gravemente danneggiato nel 1419 dall’assedio postovi dal conte de Tocco, venne trasformato in residenza gentilizia nel XVI secolo, in epoca tardo-rinascimentale. L’edificio ospitò due volte Carlo III di Borbone. Feudo angioino dei de Tocco, passò ai Durazzo, ai Caracciolo, ai della Leonessa e nuovamente ai de Tocco, che lo riacquisirono nel 1448. I de Tocco divennero […]