Praiano e Vettica Maggiore (Sa)

Praiano e Vettica Maggiore (Sa)

Praiano e Vettica Maggiore, situati a metà strada tra Positano e Amalfi, sono due centri antichi come tutti i paesi della Costiera Amalfitana (che va da Vietri sul Mare fino a Positano). Le origini di queste due borgate, sono purtroppo a noi sconosciute a causa della penuria di documenti rinvenuti.Praiano, Antica Plagianum, guarda a levante e gode la bellezza dell’aurora col sorgere del sole al mattino e della luna alla sera, mentre Vettica Maggiore guarda a ponente, con tramonto sui faraglioni di Capri. Praiano viene da sempre ricordata come una borgata di pescatori poiché fino a pochi decenni fa la pesca costituiva l’unica risorsa di vita per i suoi abitanti. […]

Castelfranco in Miscano (Bn)

Castelfranco in Miscano (Bn)

Il nome deriva dall’essere stato un castello posseduto da un franco o francese sotto gli Angioini.L’aggiunta Miscano si riferisce all’ omonimo fiume. Il paese in origine fu un suffeudo della Signora di Montefalcone chiamata Rarifre, come un Franculli allora era signore di Montecalvo, ed un Polifranci, signore di Ginestra, fratelli di Rarifre. Da questi passò ai De Lecto ai Buisson ed ai Shabran, tutti francesi.Passò poi ai Mansella di Salerno, agli Sforza ai Guevara, ai Caracciolo, ai De Sangro ed ai Mirelli di Teora. Nel 1496, fu luogo di convegno deglli alleati Aragonesi sotto il comando dei condottieri: Giovanni Sforza signore di Pesaro e Giovanni da Gonzaga, fratello del marchese […]

Sant’Angelo a Scala (Av)

Sant’Angelo a Scala (Av)

L’abitato di Sant’Angelo a Scala sorge alle pendici del monte Vallatrone a 560 metri sul livello del mare, sul versante nord-occidentale dei monti del Partenio. Dominato da una guglia rocciosa sulla quale venne costruito un fortilizio nella seconda metà del XI secolo, il borgo è menzionato per la prima volta nell’anno 1030. Il fortilizio diventò teatro di numerose battaglie durante tutto il Medioevo. Il conte di Monteforte Guglielmo Carbone riuscì a conquistare con i suoi armigeri nel 1113 il maniero, dove allora dimoravano alcuni signori di stirpe longobarda. Pochi anni dopo, nel 1160 Ruggiero II il Normanno donò il castello a Riccardo de Aquila. Dopo brevi infeudazioni il maniero passò […]

Barano d’Ischia(Na)

Barano d’Ischia(Na)

Il nome “Barano” lo si trova per la prima volta in una lapide del 1374 che ricorda alcune opere del vescovo Bartolomeo Bussolaro. Alcuni studiosi, invece, ritengono che tale nome risalga al 1270. In un documento riguardante i Casali dell’Isola tassati in tale anno è riportato il nome “Eramo”. I sostenitori di tale tesi ritengono che l’Autore del testo a noi pervenuto abbia male trascritto o interpretato l’originale “Barano”. Non è certo ed univoco il significato del nome “Barano”. Per alcuni significa “contra moerorem”, oppure “luogo delizioso” , oppure “podere di Vario”, per altri “Barano” deriva dal latino “balneum” per le sorgenti che nel territorio vennero conosciute ed apprezzate fin […]