Ciorlano (Ce)

Ciorlano (Ce)

Il nome Ciorlano compare per la prima volta in un documento del 1309 e sembra derivare dal suffisso possessivo –anus aggiunto al personale latino Cyrillus. Il centro abitato si trova su un colle che sovrasta la pianura compresa tra Prata Sannita e Capriati a Volturno, circondata dal Lete e dal Sava, affluenti del Volturno. All’inizio dell’VIII secolo, un gruppo di coloni del Monastero di San Vincenzo al Volturno diede vita a un primo nucleo dell’abitato. Nel XIV vi furono violenti scontri per il controllo dei confini tra Capriati, Ciorlano e Torcino, che furono poi definiti solo nel 1328, quando il piccolo comune ottenne la propria indipendenza. Durante la seconda guerra […]

La Torre Angioina – Castelcivita

La Torre Angioina – Castelcivita

Maestoso monumento alto 25 metri, posto nel punto più alto del paese e dominante tutta la sottostante valle del Calore. Incerta la sua data di costruzione anche se l’ipotesi più autorevole la vuole edificata dai Francesi tra il 1268 e il 1284. Questo edificio è legato ad uno dei più noti avvenimenti del nostro passato, i Vespri siciliani, che fecero di questo paese la punta più avanzata della penisola nella sanguinosa insurrezione. In quel periodo Castelcivita era chiamata Civita Pantuliano. Scoppiata nel 1282, la rivolta siciliana si allargò sul continente ed i Siculi-Aragonesi inviarono contro gli Angioini di Napoli dei guerrieri detti Almugàveri. Questi assediarono il paese e ne fecero […]

Torre Vicereale-Cetara

Torre Vicereale-Cetara

Costruita in epoca angioina, alla struttura originaria, di forma cilindrica, fu aggiunta la sopraelevazione a doppia altezza in epoca aragonese, ed altri due piani alla fine dell’800. Dopo lo sbarco dei Turchi nel 1534, l’edificio divenne parte di un sistema di fortificazioni articolato in circa 400 torri che copriva buona parte delle coste dell’Italia meridionale. Queste torri, al momento dell’avvistamento di imbarcazioni nemiche, si trasmettevano segnali, con il fuoco di notte e con il fumo di giorno, per avvertire la popolazione dell’imminente pericolo, e si preparavano a difendere la costa. La torre, infatti, era dotata di tre cannoni di bronzo e di tre “petrieri” (piccole catapulte) in grado di mirare […]